Martedì 26 Settembre 2017Ultimo aggiornamento 11:15

Vaccinazioni: presto in arrivo le lettere dell'ASL

Vaccinazioni: presto in arrivo le lettere dell'ASL
Mercoledì 2 Agosto 2017 - 15:35

Approvata definitivamente la legge sulla vaccinazione obbligatoria in età scolare (0-16 anni), ora la Regione e le Aziende sanitarie si stanno organizzando per orientare e supportare le famiglie prima che si riaprano le scuole. Le indicazioni su come procederà l'iter  sono già tutte stabilite: le famiglie i cui figli non hanno le vaccinazioni  in regola con quanto previsto dalla normativa, riceveranno entro il 31 agosto  una lettera dall'ASL con le indicazioni sui Servizi a cui rivolgersi e quando. Nel momento in cui il genitore ha il foglio di prenotazione dell'ASL per le vaccinazioni, non avrà problemi a far accettare all'asilo nido o alla materna il proprio figlio, anche se non gli sono ancora state somministrate le vaccinazioni ( dovranno essere effettuate comunque entro l'anno).  Per le scuole primarie, medie e superiori, il bambino o il ragazzo verrà comunque accettato a scuola anche se non vaccinato (il diritto allo studio è un diritto costituzionale, non lo si può cancellare con una legge ordinaria), ma i suoi genitori saranno passibili di multe, che oscillano da 100 a 500 euro, in base alla gravità dell'inadempimento. Se non si ricevono lettere significa che la situazione del minore è in regola, quindi, raccomandano le Aziende sanitarie, non è necessario recarsi in nessun Servizio: basterà presentare a scuola l'autocertificazione. Le scuole consegneranno poi tutte le autocertificazioni alle Aziende sanitarie per i controlli incrociati.

Cosa prevede la legge sull'obbligo vaccinale
Nel testo definitivo sono 10 i vaccini previsti obbligatori: anti-polio; anti-difterite; antitetanica; anti-epatite B; anti-pertosse; anti-Haemophilus influenzae tipo B; anti-morbillo; anti-rosolia; anti-parotite; anti-varicella. Altre quattro vaccinazioni: anti-meningococco C e B, anti-rotavirus e anti-pneumococco, sono invece consigliate e verranno somministrate gratuitamente in base ai consueti calendari vaccinali. Per i bambini da 0 a 6 anni, rimane obbligatorio l'aver effettuato le vaccinazioni (o aver fatto la malattia) o avere la prenotazione dell'Asl, per l'iscrizione alle scuole materne o agli asilo nido. Per le scuole elementari, medie e primi due anni di formazione superiore, fascia di età da 6 a 16 anni, rimane l'obbligo, ma è salvaguardato il diritto allo studio, e pertanto l'iscrizione a scuola.