Domenica 24 Settembre 2017Ultimo aggiornamento 10:09

Uno sguardo al medio-lungo termine: sarà ancora grande estate (africana) fino a fine mese!

Uno sguardo al medio-lungo termine: sarà ancora grande estate (africana) fino a fine mese!
Giovedì 24 Agosto 2017 - 14:23

Dopo una prima parte di questa settimana caratterizzata da molto sole ma con temperature su valori ampiamente accettabili di giorno (non superiori ai 30 gradi) e freschi di notte (intorno ai 15 gradi), come ci si può aspettare a fine agosto, a partire da oggi il caldo africano tornerà gradualmente a farsi sentire.
Non dovrebbero mancare inizialmente alcuni piccoli disturbi dovuti a dell’instabilità pomeridiana-serale (la giornata odierna per esempio sarà a rischio temporali sparsi sia sui monti che in pianura), ma tra il weekend e l’inizio della prossima settimana l’anticiclone africano raggiungerà il massimo della sua performance di questa sua nuova invasione dell’Italia.

E le correnti atlantiche?
Esse in queste ore sono in procinto di “ondularsi” al largo della penisola iberica, spingendosi verso sud sul vicino Atlantico con la formazione di una associata saccatura depressionaria; contemporaneamente favoriscono di sponda la risalita dell’anticiclone sul Mediterraneo centrale.
Il problema è che la saccatura, invece di evolvere verso est andando poi ad interessare anche l’Italia, rimarrà stazionaria sul posto tendendo ad isolarsi come vortice depressionario autonomo e quindi staccandosi dal flusso perturbato atlantico principale, che tornerà a scorrere da ovest verso est tra Gran Bretagna ed Europa centrale.
La posizione fissa che terra` il vortice per diversi giorni, fino probabilmente a quando esaurira` le sue energie a metà della prossima settimana, non farà altro che accentuare notevolmente l’espansione verso nord dell’anticiclone africano sul Mediterraneo centrale.

Il caldo pertanto si farà sempre più intenso col passare dei giorni, fino a raggiungere un picco all’inizio della prossima settimana con valori massimi in pianura nuovamente intorno ai 35 gradi e minime sopra i 20 gradi, nonostante l’accorciamento delle giornate evidente rispetto a 2 mesi fa.
Non bastasse, il caldo sarà accompagnato anche da un graduale aumento del tasso di umidità dell’aria, che renderà esso afoso e quindi ben poco sopportabile col passare dei giorni.

La via d’uscita a questa ennesima ondata di caldo non si vedrà almeno fino a mercoledì prossimo, quando alcuni modelli vedono tutt’ora un nuovo tentativo di affondo delle correnti atlantiche verso il Mediterraneo, magari anche riagganciando quello che rimarrà del vortice depressionario iberico.
Ma non è affatto escluso che l’alta pressione, pur magari indebolita, riesca a resistere per tutta la prossima settimana, facendo proseguire l’ondata di caldo africana fino ai primissimi giorni di settembre.

In ogni caso, chi si aspetta la dipartita definitiva della grande estate, accompagnata magari dalla famosa canzone dei Righeira, dovrà mettersi il cuore in pace fino alla fine del mese. Nella speranza che il primo mese autunnale riesca fin da subito a riportare la stagione nei ranghi normali…
Il grafico sottostante, relativo alle possibili evoluzioni del tempo nei prossimi 7-10 giorni, riassume ciò che è stato detto fino ad ora:

 

Articolo a cura di Meteo Pinerolo