Martedì 26 Settembre 2017Ultimo aggiornamento 11:00

Gian Luca Gasca ha raggiunto la #destinazioneK2 dopo più di 10mila km via terra

Gian Luca Gasca ha raggiunto la #destinazioneK2 dopo più di 10mila km via terra
Venerdì 1 Settembre 2017 - 12:08

Ieri sera il Club Alpino Italiano ha pubblicato il messaggio di Gian Luca Gasca, che dopo dieci giorni di silenzio ha finalmente comunicato di aver raggiunto la meta del suo lungo viaggio via terra dall'Italia al campo base del K2: «Dopo aver raggiunto il campo base del K2 Gian Luca Gasca è tornato a Skardu! Ecco le sue prime impressioni a proposito del trekking appena concluso».

 

Gian Luca, 25 anni, di Revello, scrittore e giornalista di montagna e collaboratore di "L'EM-L'Eco Mese", ha percorso in solitaria più di 10mila km in treno, autobus o a piedi.

Ha scritto Gial Luca: «Con tempo perfetto siamo arrivati al Circo Concordia, a circa 4.650 metri di quota. Solo il K2, meta finale di questo viaggio, non si voleva svelare. Era quasi interamente coperto dalle nuvole, tranne la sua base che lasciava intravedere una parte di sperone Abruzzi. È stato magico e commovente quando, di colpo, la vetta si è palesata e in me che non si dica l'intera copertura nuvolosa si è diradata lasciando finalmente libera la piramide. Non avrei mai pensato di arrivare fin qui e per questo devo un grande grazie al #CAI che mi ha concesso quest'opportunità più unica che rara. Quando si sogna troppo a lungo qualcosa spesso si rischia di rimanere delusi, ma non è stato questo il caso».

 

La spedizione è finanziata dal Club alpino italiano nell'anno internazionale del Turismo responsabile. Gian Luca è partito martedì 1º agosto, da Torino, alle 21 da corso Vittorio Emanuele. Una corriera lo ha portato a Berlino. Da lì è inziato il lungo cammino concluso con il trekking da Skardu fino al campo base del K2.

Contenuti correlati: