Mercoledì 13 Dicembre 2017Ultimo aggiornamento 13:44

Città metropolitana: cancellata ipotesi casello ad Airasca

Città metropolitana: cancellata ipotesi casello ad Airasca
Venerdì 10 Novembre 2017 - 17:24

Consiglio metropolitano, aree omogenee metropolitane del Pinerolese e Torino sud uniti nel chiedere la soppressione del casello di Beinasco, ma anche nel dire no all' ipotesi di un arretramento dello stesso ad Airasca o all'altezza di altri Comuni. E' la posizione emersa questa mattina, condivisa da tutte le forze politiche (centro destra, centrosinistra e Movimento 5Stelle), durante la discussione di una mozione in merito presentata dal Gruppo "Città di città" prima firmataria Monica Canalis.  Il consigliere delegato alle infrastrutture Antonino Iaria riferendosi al contenuto (reso pubblico dall' Eco del Chisone nelle scorse settimane) di una scheda tecnica in cui si indicava al Ministero dei trasporti, nell'ambito del nuovo bando per il rinnovo delle concessioni autostradali del sistema torinese, la possibilità di un arretramento del casello da Beinasco all'altezza del Comune di Airasca, ha sostenuto che si è trattato di un un fraitendimento con gli uffici. «Un incidente di percorso- ha spiegato- che ha permesso di far emergere la contrarietà del territorio a questa soluzione, per cui nella trattativa con il Ministero dei trasporti verrà mantenuta la sola richiesta di soppressione del casello dei Beinasco, mentre l'arretramento non verrà più contemplato». Dopo alcuni aggiustamenti la mozione è stata quindi approvata all'unanimità, soddisfatti i proponenti e i rappresetanti delle aree omogeneee interessati. Roberto Rostagno, sindaco di Pinasca, rappresetante del Pinerolese ha reso noto che con con l'area Torino sud è stata concordata una presa di posizione unitaria riguardante la sola soppressione del casello di Beinasco.